mercoledì 10 febbraio 2016

Menù per San Valentino: Tortino al cioccolato dal cuore caldo con gelato alla crema


Come promesso ecco il tortino al cioccolato con il cuore fondente irresistibilmente goloso! Chissà come mai non l'ho mai fatto ... è di moda da un po' di anni ... Ho scoperto che è anche comodo da preparare. L'ho assemblato velocemente con qualche giorno di anticipo. L'ho surgelato e al momento della cena l'ho tirato fuori un'ora prima. Infornato e servito, perfetto!
Dopo un giro in rete, tra ricette e video su You tube ho scelto di provare la ricetta di questo sito  unica variante ho utilizzando il mix di farina senza glutine.

Tortino al cioccolato dal cuore caldo con gelato alla crema
ingredienti per 4 porzioni
100 g di cioccolato fondente
3 uova grandi
50 g di farina senza glutine
75 g di burro + burro per ungere gli stampini
50 g di zucchero di canna
un pizzico di sale
per decorare: miele, nocciole tostate, fragole, biscotti lotus, gelato alla crema, cioccolato fondente.
Sciogliere il cioccolato a pezzetti mettendolo in un tegame a bagnomaria. Quando è sciolto unire i cubetti di burro, incorporarlo e togliere dal fuoco.
Sbattere le uova con lo zucchero con una frusta elettrica fino. Mescolando con una frusta a mano, versare, poco per volta, il composto di burro e cioccolato a temperatura ambiente sulle uova. Aggiungere la farina setacciata con un pizzico di sale fino. Mescolare fino a ottenere un composto omogeneo. Suddividere il composto di uova e cioccolato in 4 stampini ben imburrati.
(Io ho surgelato il composto e l'ho riportato a temperatura ambiente per un'ora prima della cottura).
Infornare a 200° e cuocere 8-10 minuti. Sformare i tortini su un piattino, lasciando la gobbetta verso l'alto. Fare una striscia con il miele, sistemare la granella ottenuta sbriciolando i biscottini Lotus. Posizionare le nocciole, un po' di cioccolato fondente tritato al coltello e una pallina di gelato. Servire subito in modo che tagliandolo con il cucchiaino si scopre il cuore fondente ;-)

martedì 9 febbraio 2016

Menù per San Valentino: Gamberi, tonno e burrata


Volete un menù semplice semplice, ma di grande effetto per una cenetta romantica per San Valentino?
Bastano pochi ingredienti (di grande qualità), solo da assemblare senza passare troppo tempo in cucina ... altrimenti uno è stanco morto e non si gode la buona compagnia :-D
L'antipasto che vi propongo è ispirato a un delizioso piatto dello chef Massimo Dellaferrera assaggiato alla Trattoria "La Coccinella" di Serravalle Langhe un ristorantino a conduzione famigliare ideale per trascorrere un piacevole pasto coccolati con le ricette di Langa o con dell'ottimo pesce. Per la spesa ad Alba potete trovare il pesce fresco qui e dell'ottima burrata qui del caseificio Moris di Caraglio (Cn).

Gamberi, tonno e burrata
ingredienti per due
4 fettine di tonno crudo
4 gamberi rossi crudi sgusciati e privati del budellino
2 fette di burrata
2 cucchiaini di pesto di basilico
2 pomodorini secchi sott'olio
un pizzico di pepe nero
olio e.v.o
Condire le fettine di tonno con un goccio d'olio. Sistemare nel piatto. Aggiungere la burrata, disporre i gamberi. mettere il pomodoro secco a quadratini. Appoggiare qualche goccia di pesto. Servire lasciando a disposizione olio evo e pepe nero per eventuali correzioni.

Per primo piatto sarebbero perfetti due spaghetti al dente conditi con qualche vongola verace fatta aprire con un goccio d'olio, un po' di cipollotto fresco, e un po' di vino bianco. Un pizzico di peperoncino per gli amanti del piccante :-)
Vi aspetto con il prossimo post per un dolce irresistibile al cioccolato!

lunedì 8 febbraio 2016

Pausa pranzo: misticanza d'inverno, mela e semi di lino


E' lunedì, la settimana inizia ...  e dopo i pranzi e le cene in buona compagnia nel week end si riprende con un pranzo leggero e gustoso :-)
In questi anni la nostra alimentazione è cambiata molto. Per i pranzi e le cene di tutti i giorni siamo passati dai piatti della tradizione a preparazioni frutto dell'esperienza e dei viaggi accumulati in questi anni. Una zuppa giapponese, una thai, una profumata al lemongrass, e insalate miste sempre diverse con verdure di stagione, semini tostati accompagnati da ceci o lenticchie.
Vi racconto la mia insalata preferita nelle ultime due settimane. Niente dosi tutto rigorosamente ad occhio :-) Noi non mettiamo più il sale nelle insalate, ma voi seguite il vostro gusto!
Buona settimana!

Misticanza d'inverno, mela e semi di lino
ingredienti
insalata mista (cicorietta, tarassaco, rucola, ecc)
carote crude
finocchio crudo
mela gialla
lenticchie lessate
semi di lino
semi di sesamo
olio e.v.o.
aceto balsamico
focaccia alle olive
Affettare l'insalata. Grattugiare le carote. Affettare sottilmente i finocchi, sbucciare la mela e tagliarla a cubetti. Aggiungere le lenticchie lessate. Distribuire un po' di semini di lino e sesamo. Condire con olio e aceto.
Accompagnare con una focaccia alle olive.

venerdì 5 febbraio 2016

Ricordando Palermo: Pane e Panelle


Quando la nostalgia si fa sentire occorre sfogliare l'album dei ricordi. E per chi ama cucinare significa provare e riproporre a casa i piatti tipici che, con il loro profumo, sono un legame diretto con la terra che ce li ha fatti conoscere. Adoro il sapore dei ceci, per cui l'amore con le  pagelle (accidenti al correttore automatico!!!!) panelle è stato immediato.
Uno dei migliori pranzi della mia vita sono stati pane e panelle a Palermo.  Nel 2014 ho visitato per la prima volta la meravigliosa Palermo e me ne sono innamorata! I Quattro Canti, il teatro Massimo,      la Cattedrale, la Cappella Palatina al Palazzo dei Normanni,  il Porto,  e i mercati favolosi come Ballarò e la Vucciria. Peccato aver avuto solo due giorni per gironzolare, sono convita che la prossima volta avrà ancora tanto da raccontare.
Tornando alla nostra ricetta ho trovato ad Alba il pane perfetto che ricorda quello siciliano: pane di semola di grano duro con il sesamo. Vi segnalo anche la farina biologica di ceci che ho usato perché l'ho trovata perfetta, e ho preso la ricetta sulle indicazioni del pacchetto. Non ci resta che pregare le panelle.

Pane e panelle
ingredienti
pane di semola di grano duro con sesamo
750 ml di acqua
un cucchiaino di sale
250 g di farina di ceci
prezzemolo tritato
sale marino
olio e.v.o. per friggere
spicchi di limone
Scaldare l'acqua, salare e con l'aiuto di una frusta incorporare la farina di ceci. Cuocere a fuoco moderato sino ad ottenere una pastella densa. Spegnere e unire il prezzemolo tritato. Versare la polentina in un contenitore da plumcake. lasciare raffreddare. tagliare a fettine sottili (circa mezzo centimetro) e friggere sino a doratura. Servire subito o da sole o nel panino con un goccio di limone.

Da bere vi suggerisco una buona birra, magari inglese  :-D per ricordare anche la mia passione per la Gran Bretagna :-)

martedì 2 febbraio 2016

Lasagne con farina di segale al mio ragù


Sono ancora in debito. Vi avevo promesso due ricette ... Come posso impiegare la sfoglia di pasta fresca nel modo più italiano possibile!?! La pasta al forno!!! Visto che la ricetta delle lasagne al forno la conoscete alla perfezione approfitto del post per rivelarvi due miei "segreti" ... se così si possono chiamare :-D .... Ho scoperto sperimentando, che andando contro la tradizione, usando pasta senza uova si ottiene una maggiore morbidezza senza usare troppa besciamella.
In più vi racconto il mio ragù (senza soffritto) e la mia besciamella perfetta per chi sta iniziando a cucinare e vuole imparare a preparare i classici. Andiamo ai fornelli.

Besciamella
ingredienti
50 g di burro
50 g di farina bianca
500 ml di latte intero
un pizzico di sale marino
un pizzico di pepe nero
noce moscata
preparazione
In un pentolino sciogliere a fuoco lento il burro, incorporare la farina con l'aiuto di una frusta, condire con sale e pepe e una grattata di noce moscata. Unire il latte a temperatura ambiente. Mescolare energicamente con una frusta. Continuare con l'aiuto di un cucchiaio di legno e lasciare addensare la salsa sino a quando non raggiunge il bollore. 



Ragù classico a modo mio
ingredienti
300 g di macinato di manzo
500 ml di passata di pomodoro casalinga
4-5 pelati homemade
2 cucchiaini di dado vegetale homemade
2 cucchiai d'olio e.v.o.
un bicchiere di nebbiolo
2 foglie di lauro e/o basilico in stagione 
salvia, rosmarino
sale e pepe
preparazione
In un tegame rosolare la carne senza aggiungere altro. Quando è asciugata e inizia a prendere colore bagnare con il vino. Lasciare sfumare. Aggiungere la passata, i pelati a pezzi grossi, condire con olio, il dado e mettere anche le foglie di alloro (o basilico in stagione). Cuocere a fuoco basso per circa un'ora. Gli ultimi 5 minuti aggiungere un trito di salvia e rosmarino fresco. 

Lasagne con farina di segale al mio ragù
ingredienti
pasta fresca in sfoglie
ragù classico 1 dose (vedi sopra)
besciamella 1 dose (vedi sopra)
parmigiano reggiano grattugiato q.b.
burro q.b.
Preriscaldare il forno a 180°. Portare a bollore un po' di acqua leggermente salata e scottare la pasta fresca per circa un minuto. Scolare e fermare la cottura in acqua fredda.
Iniziare la composizione della pasta al forno in una teglia. Il primo strato è un po' di besciamella. Poi si copre con le sfoglie di pasta, altra besciamella, un po' di ragù e un po' di parmigiano. Fare tre strati e l'ultimo non mettere il parmigiano ma solo qualche fiocchetto di burro. Cuocere per 45-50 minuti sino a doratura.